• Cody Whitman

21 gennaio 2019 - Road Trip Mistakes




Con l’anno nuovo inizia la stagione della programmazione della vacanza estiva e per molti sara’ il grande viaggio on the road in America. Difficile dare consigli senza sapere i gusti, il budget, le aspettative del viaggiatore, possiamo invece elencare alcuni degli errori piu’ comuni commessi negli anni da decine di italiani. Rimaniamo a disposizione per una consultazione gratuita via web conference per chi e’ interessato a programmare un viaggio interessante, e non fare il turista per caso.



Errore # 1: non valutare le distanze - l’America è lunga e larga

Per chi non ha mai viaggiato fuori dall’Europa, e’ difficile visualizzare e comprendere l’enorme distanza di un intero continente (no, essere stato in un villaggio a Sharm non conta come esperienza di viaggio in Africa!).

Milano - Mosca = 2,766 km                      Chicago - Los Angeles = 3,242 km

Milano - Londra = 1,300 km                     New York - Miami = 2069 km

Milano - Varsavia = 1,521 km                    Los Angeles - Seattle = 2,069 km


Errore # 2: Frenesia da troppe destinazioni

Marce forzate quotidiane che impediscono di vedere con calma le singole localita’ (e tipico i rimanere  senza cena visto che i ristoranti negli USA chiudono molto presto). Quanto tempo si perde cercandolo la sera al buio, check-in, check-out? Ne vale davvero la pena? Per poi arrivare a fine del viaggio ed avere solo una confusione infinita?


Errore # 3: Mania Italica del “centro”

A parte i “Centri” di alcune citta’ (New York, Boston, Chicago, San Francisco, ad esempio), l’America e’ natura e provincia. Non si perde nulla saltando i centri di gran parte delle aree metropolitane. Non solo, nel pomeriggio e sera la vera vita vera e’ nei suburbs e paesini all’esterno delle aree urbane. Ogni localita’ offre spunti storici e culturali importanti: Cercate quindi di considerare nel vostro itinerario e tabella di marcia il tempo necessario per visitare  le “Historical Society” , e le soste ai markers che lungo le strade indicano un luogo storico.


Errore # 4: Sottovalutare i rischi meteo e naturali

Regioni molto vaste degli U.S.A., specie nel Southwest, ed ancora di piu’ in estate, presentano rischi ambientali molto forti: temperature altissime, cambi meteo improvvisi, chiusura di strade per operazioni anti-incendio, tratti molto lunghi (in alcune localita’ del Nevada, Utah e Colorado, anche 120 km) senza alcuna stazione di servizio, hotel, ospedale, copertura cellulare.


Errore # 5: Prenotare un auto “piccola”

pensando di risparmiare sulla benzina e preoccupati di non trovare da parcheggiare. La benzina negli USA costa poco, le autostrade sono gratuite, e ci sono parcheggi da tutte le parti. Viste le distanze da percorrere, consigliamo di prenotare l’auto piu’ comoda e spaziosa che Vi potete permettere.


Errore # 6:  Voler mangiare e bere come in Italia

Paese che vai usanza che trovi, per cui meglio abituarsi sin dal primo giorno a mangiare presto la cena, a meno che non si vogli mangiare fast food ogni sera. Per i ristoranti americani l’ora di punta e’ tra le 6 e le 8, e spesso la cucina chiude subito dopo, verso le 9. Consigliamo colazione abbondante e pranzi veloci acquistati anche presso le tavole calde di cui sono dotati tutti i supermercati USA.


Errore # 7: usare sempre e solo il GPS

La segnaletica stradale americana e’ molto chiara e precisa. I GPS indicano le rotte piu’ efficienti, non necessariamente le piu’ panoramiche o interessanti. Non sempre il digitale e’ meglio dell’analogico! Un atlante stradale Rand McNally rimane lo strumento piu’ utile per un vero viaggio on the road.


Errore # 8: localita’ dell’hotel della notte prima del rientro in Italia

Tantissimi, ogni anno, perdono o rischiano di perdere il volo di rientro in Italia perche’ hanno prenotato l’ultima notte in una localita’ molto lontana dall’aeroporto di imbarco del volo internazionale. Consigliamo di programmare l’ultima notte a non piu’ di due ore di auto dall’aeroporto, o meglio ancora in  hotel in zona aeroporto, specie in aeree metropolitane molto estese come Los Angeles o Atlanta o Chicago.


Errore # 9: Budget per gli hotel

Nel grande Ovest americano, e comunque in tutte le localita’ fuori dalle grande aeree metropolitane, tutti gli hotels e motels hanno camere spaziose, con due letti matrimoniali (a meno che non vogliate un solo king). Per cui non serve spendere troppo. In citta’ invece, specie New York, Boston e Chicago, gli hotels hanno camere mediamente MOLTO piccole, per cui conviene avere un budget piu’ alto per non essere delusi.


Errore # 10: Vacanze e ponti americani

Verificate sempre se nel corso del vostro viaggio ci saranno vacanze federali o altri ponti: potrebbero crearVi problemi per visitare oppure no certi musei, monumenti, parchi o semplicemente i centri bloccati al traffico per una sfilata o sagra locale.


A presto, Cody Whitman

1 view